Vai al contenuto principale

Operazioni di cessione

Cessione crediti leasing a Tatooine SPV S.r.l. e cessione rapporti giuridici e beni leasing a Tatooine LeaseCo S.r.l.

 

La società Tatooine SPV S.r.l. (la “Cessionaria” o la “SPV”), con sede legale in Via Vittorio Alfieri 1, Conegliano (TV), Italia, comunica di aver sottoscritto un contratto di cessione di crediti in data 2 dicembre 2022 (come di volta in volta modificato, il “Contratto di Cessione Crediti”) con Intesa Sanpaolo S.p.A. (“ISP” o una “Cedente”) e Intesa Sanpaolo Provis S.p.A. (“Provis” o una “Cedente” e, congiuntamente ad ISP, le “Cedenti”). In forza del Contratto di Cessione Crediti, con effetti giuridici al 19 dicembre 2022 (la “Data di Cessione”) ed effetti economici decorrenti dal 31 dicembre 2021 (la “Data di Valutazione”), ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli articoli 1, 4 e 7.1 della legge 30 aprile 1999, n. 130 (come successivamente modificata e integrata, la “Legge sulla Cartolarizzazione”), la Cessionaria ha acquistato pro soluto dalle Cedenti, taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalla Data di Valutazione, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) vantati dalle Cedenti e derivanti da contratti di leasing (i “Crediti” e ciascuno un “Credito”).

 


Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, si riportano di seguito le informazioni orientative sulla tipologia di rapporti da cui i Crediti ceduti derivano:

 


crediti derivanti da contratti di leasing vantati dalla relativa Cedente nei confronti di persone fisiche e persone giuridiche, classificati, alla Data di Valutazione, come “inadempienze probabili” o “in sofferenza” (come definiti (a) per quanto riguarda ISP, nella Circolare della Banca d’Italia n. 272 del 30 luglio 2008, come successivamente modificata e integrata e (b) per quanto riguarda Provis, nella Circolare della Banca d’Italia n. 217 del 5 agosto 1996, come successivamente modificata e integrata), sorti nel periodo tra il 1° ottobre 1955 e il 31 dicembre 2021.

 


Nel contesto della cartolarizzazione realizzata dalla Cessionaria (complessivamente, la “Cartolarizzazione”), in forza degli impegni previsti da un contratto di cessione di rapporti giuridici e beni (come di volta in volta modificato, il “Contratto di Cessione Rapporti”), concluso in data 2 dicembre 2022, tra Tatooine LeaseCo S.r.l. ("LeaseCo”), la Cessionaria e le Cedenti, gli stessi hanno stipulato, in data 19 dicembre 2022, un atto notarile di trasferimento avanti al Notaio Andrea De Costa, avente sede in Milano, Italia (con atto repertorio n. 14604, raccolta n. 7891) ai sensi del quale LeaseCo ha acquistato, pro soluto, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 7.1, commi 4 e 5 della Legge sulla Cartolarizzazione e dell’articolo 58 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, con efficacia giuridica dalla Data di Cessione, da ciascuna Cedente, i rapporti giuridici derivanti da contratti di locazione finanziaria (leasing) scaduti e oggetto di risoluzione o di scioglimento ex articoli 72-quater o 169-bis del Regio Decreto del 16 marzo 1942, n. 267 (Disciplina del fallimento, del concordato preventivo e della liquidazione coatta amministrativa), come di volta in volta modificato ed integrato, ovvero degli articoli 97 o 177 del Decreto Legislativo del 12 gennaio 2019, n. 14 (Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza), come di volta in volta modificato ed integrato, a seconda del caso, o altrimenti divenuti esigibili (i “Contratti di Leasing”), ovvero dalla risoluzione degli stessi unitamente alla titolarità dei beni oggetto di tali Contratti di Leasing ivi indicati, le garanzie specificamente ed esclusivamente connesse ed accessorie a questi che alla data del 2 dicembre 2022 risultavano nella titolarità della relativa Cedente, nonché i diritti e le obbligazioni di ciascuna Cedente nei confronti della SPV derivanti da un contratto di gestione stipulato in data 2 dicembre 2022 tra le Cedenti e la SPV avente ad oggetto la gestione e la valorizzazione dei beni leasing e dei rapporti giuridici (i “Rapporti e Beni”).

 


Nei Rapporti e Beni risultano incluse altresì tutte le obbligazioni, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità di ciascuna Cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione) (le “Passività Assunte”), derivanti da e/o discendenti dai Contratti di Leasing, o dalla risoluzione degli stessi, inclusa:

(i)

qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing;

(ii)

ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del codice civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto di Leasing;

(iii)

qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del debitore dell'intero, o di una parte del prezzo di vendita di un bene leasing al momento di tale vendita a terzi che sia sorta ai sensi del relativo Contratto di Leasing ovvero di qualsiasi previsione di legge applicabile; e

(iv)

qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti di Leasing,

 

escluse le “Passività Escluse”, intendendosi, con riferimento esclusivo ai Contratti di Leasing e ai relativi beni leasing, qualsiasi passività nei confronti di ciascuna Cedente relativa a fatti antecedenti alla Data di Cessione, relativa a:

 

(i)

qualsiasi responsabilità relativa a procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti delle Cedenti) per fatti compiuti dalle Cedenti e/o dai suoi legali rappresentanti, procuratori, dipendenti, agenti o mandatari qualora tali responsabilità derivino da fatti o condotte relative ai Crediti, ai beni leasing, ai Contratti di Leasing;

(ii)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate dai debitori in relazione ad usura, capitalizzazione degli interessi, rideterminazione del tasso di interesse applicato per indeterminatezza ed erronea indicazione dello stesso, l’ammontare delle quali pretese ecceda l’ammontare dovuto alla SPV in relazione a ciascun Credito leasing trasferito alla SPV ai sensi del Contratto di Cessione Crediti, restando invece inteso che qualunque responsabilità per i titoli sopra indicati che può essere oggetto di compensazione fino all’importo dovuto alla SPV in relazione al relativo Credito leasing non costituisce una Passività Esclusa (e, per l’effetto, si intende espressamente rientrante nelle Passività Assunte);

(iii)

senza pregiudizio per quanto previsto dal precedente punto (ii), qualsiasi ulteriore responsabilità risarcitoria di ciascuna Cedente derivante da violazione dei Contratti di Leasing e qualsiasi passività relativa ad azioni revocatorie o restitutorie – diverse da quelle incluse nella definizione di Passività Assunte e quindi diverse anche da quelle derivanti dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del codice civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto di Leasing, che rientrano espressamente tra le Passività Assunte - relative ad importi incassati dalle Cedenti in relazione ai Crediti fino alla Data di Valutazione (inclusa), fermo restando quanto previsto all’articolo 9.6 del Contratto di Cessione Crediti;

(iv)

qualsiasi responsabilità della relativa Cedente derivante da azioni promosse dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. (“GSE”) aventi ad oggetto la restituzione di incentivi versati dal GSE alla relativa Cedente fino alla Data di Cessione; e

(v)

qualsiasi responsabilità, diversa dalle responsabilità di cui ai precedenti paragrafi da (i) a (iv) sopra, (a) relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale pendente nei confronti delle Cedenti o (b) altrimenti imputabile alle Cedenti per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

 

Con riferimento alla cessione di Crediti, la Cessionaria ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 149 del 24 dicembre 2022


Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge 130, in aggiunta a quanto sopra, vengono riportati, i seguenti dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione: codice NDG, numero identificativo del contratto da cui ha avuto origine il Credito ceduto e la relativa Cedente.


I dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati su questo sito internet sino alla data di estinzione degli stessi.


AMCO – Asset Management Company S.p.A., con sede legale in Napoli, Via Santa Brigida 39 e direzione generale in Milano, Via San Giovanni sul Muro 9 (il “Servicer”) è stata incaricata dalla Cessionaria di svolgere, in relazione ai Crediti oggetto della cessione, il ruolo di soggetto incaricato della gestione, amministrazione, recupero e riscossione dei crediti oggetto e dei servizi di cassa e pagamento e responsabile della verifica della conformità delle operazioni alla legge e al prospetto informativo ai sensi dell’articolo 2, comma 3, lettera (c), comma 6 e comma 6-bis della Legge sulla Cartolarizzazione.


I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa per ogni ulteriore informazione potranno rivolgersi al Servicer, nelle ore di ufficio di ogni giorno lavorativo.

 

Con riferimento alla cessione dei Rapporti e Beni, la LeaseCo ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 149 del 24 dicembre 2022.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, i Rapporti e Beni ceduti sono specificatamente individuati, come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine il Rapporto e Bene vantato dalla relativa Cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.

 

I dati indicativi dei Rapporti e Beni resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione degli stessi.

 

AMCO – Asset Management Company S.p.A. è stata incaricata da Tatooine LeaseCo S.r.l. di svolgere il ruolo di soggetto incaricato della gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte di Tatooine LeaseCo S.r.l., dell’avvenuta cessione o assegnazione, a seconda del caso, del proprio Rapporto e Bene, potranno inviare apposita richiesta scritta all’indirizzo e-mail: cessione2022_5@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Crediti Leasing

ISP - Provis Crediti Leasing

ISP - Beni e rapporti giuridici

ISP Provis - Beni e rapporti giuridici

Cessione crediti leasing a Dagobah SPV S.r.l. e cessione rapporti giuridici e beni leasing a Dagobah LeaseCo S.r.l.

 

La società Dagobah SPV S.r.l. (la “Cessionaria” o la “SPV”), con sede legale in Via Vittorio Alfieri 1, Conegliano (TV), Italia, comunica di aver sottoscritto un contratto di cessione di crediti in data 22 novembre 2022 (il “Contratto di Cessione Crediti”) con Intesa Sanpaolo S.p.A. (“ISP” o la “Cedente”). In forza del Contratto di Cessione Crediti, con effetti giuridici al 28 novembre 2022 (la “Data di Cessione”) ed effetti economici decorrenti dal 31 dicembre 2021 (incluso) (la “Data di Valutazione”), ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli articoli 1, 4 e 7.1 della legge 30 aprile 1999, n. 130 (la “Legge sulla Cartolarizzazione”), ha acquistato pro-soluto dalla Cedente, taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalla Data di Valutazione, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) vantati dalla Cedente e derivanti da contratti di leasing e altresì da contratti di finanziamento (i “Crediti” e ciascuno un “Credito”).

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, si riportano di seguito le informazioni orientative sulla tipologia di rapporti da cui i Crediti ceduti derivano:

 

crediti derivanti da contratti di finanziamento e/o contratti di leasing vantati dalla relativa Cedente nei confronti di persone fisiche e persone giuridiche, classificati, alla Data di Valutazione, come “deteriorati” (come definito nella Circolare della Banca d’Italia n. 272 del 30 luglio 2008, come successivamente modificata e integrata), sorti nel periodo tra il 1° ottobre 1955 e il 31 dicembre 2021.

 

Nel contesto della cartolarizzazione realizzata dalla Cessionaria (la “Cartolarizzazione”), in forza degli impegni previsti da un contratto di cessione di rapporti giuridici e beni (il “Contratto di Cessione Rapporti”), concluso in data 22 novembre 2022, tra Spicy Green LeaseCo S.r.l. (“LeaseCo”), la Cessionaria e le Cedenti, gli stessi hanno stipulato, in data 28 ottobre 2022, un atto notarile di trasferimento avanti al Notaio Carlotta Dorina Stella Marchetti, avente sede in Milano, Italia con atto di deposito (repertorio n. 7991, raccolta n. 5646) ai sensi del quale LeaseCo ha acquistato, pro soluto, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 7.1, commi 4 e 5 della Legge sulla Cartolarizzazione e dell’articolo 58 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, con efficacia giuridica dalla Data di Cessione, da ciascuna Cedente, i rapporti giuridici derivanti da contratti di locazione finanziaria (leasing) scaduti e oggetto di risoluzione o di scioglimento ex articoli 72-quater o 169-bis della Legge Fallimentare ovvero degli articoli 177 o 97 del Nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (a seconda del caso) o altrimenti divenuti esigibili (i “Contratti di Leasing”), ovvero dalla risoluzione degli stessi unitamente alla titolarità dei beni oggetto di tali Contratti di Leasing ivi indicati, le garanzie specificamente ed esclusivamente connesse ed accessorie a questi che alla Data di Valutazione risultavano nella titolarità della relativa Cedente, nonché i diritti e le obbligazioni di ciascuna Cedente nei confronti della Cessionaria derivanti da un contratto di gestione stipulato in data 22 novembre 2022 tra le Cedenti e la Cessionaria avente ad oggetto la gestione e la valorizzazione dei beni leasing e dei rapporti giuridici (i “Rapporti e Beni”).

 

Nei Rapporti e Beni risultano incluse altresì tutte le obbligazioni, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità di ciascuna Cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione) (le “Passività Assunte”), derivanti da e/o discendenti dai Contratti di Leasing e dai Rapporti e Beni, inclusa:

(i)

qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing;

(ii)

ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del Codice Civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto di Leasing;

(iii)

qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del debitore dell'intero, o di una parte del prezzo di vendita di un bene leasing al momento di tale vendita a terzi che sia sorta ai sensi del relativo Contratto di Leasing ovvero di qualsiasi previsione di legge applicabile; e

(iv)

qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti di Leasing,

 

escluse le “Passività Escluse”, intendendosi, con riferimento esclusivo ai Contratti di Leasing e ai relativi beni leasing, qualsiasi passività di ciascuna Cedente relativa a fatti antecedenti alla Data di Cessione, relativa a:

 

(i)

qualsiasi responsabilità relativa a procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della relativa Cedente);

(ii)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate dai Debitori in relazione ad usura, capitalizzazione degli interessi, rideterminazione del tasso di interesse applicato per indeterminatezza ed erronea indicazione dello stesso, in ciascun caso che sia eccedente l’ammontare dovuto alla SPV in relazione a ciascun Credito Leasing trasferito alla SPV ai sensi del Contratto di Cessione Crediti, restando inteso che qualunque responsabilità che può essere oggetto di compensazione fino all’importo dovuto alla SPV in relazione al relativo Credito Leasing non costituisce una Passività Esclusa (e, per l’effetto, si intende espressamente rientrante nelle Passività Assunte);

(iii)

senza pregiudizio per quanto previsto dal precedente punto (ii), qualsiasi ulteriore responsabilità risarcitoria o restitutoria della relativa Cedente derivante da violazione dei Contratti di Leasing e qualsiasi passività relativa ad azioni revocatorie o restitutorie relative ad importi incassati dalla relativa Cedente in relazione ai Crediti fino alla Data di Valutazione, diversa da: (a) procedimenti di opposizione, incluse le domande riconvenzionali proposte in opposizione ai ricorsi ex art. 702-bis del codice di procedura civile; (b) impugnazione di sentenze emesse nell’ambito di azioni legali avviate dalla relativa Cedente; (c) azioni legali finalizzate all’opposizione a procedure di recupero giudiziale dei beni intraprese dalle Cedenti al fine di recuperare un Credito; (d) procedimenti volti a contestare la proprietà totale o parziale di un bene leasing oggetto di trasferimento; (e) azioni dirette ad accertare la nullità o inefficacia delle garanzie che assistono i Crediti; (f) opposizioni a ordini amministrativi che comunque incidano sulla proprietà dei beni leasing oggetto di trasferimento (inclusi ordini di espropriazione parziale o totale degli stessi o ordini di demolizione); (g) procedimenti volti ad accertare la divisione tra i comproprietari dei beni leasing; (h) procedimenti intrapresi dai Debitori al fine di ottenere dai proprietari il rimborso di quanto dovuto a fronte di migliorie effettuate sui beni leasing; (i) procedimenti volti a ottenere la restituzione o la rimozione di qualsiasi bene mobile situato in un bene leasing oggetto di trasferimento;

(iv)

qualsiasi responsabilità della relativa Cedente derivante da azioni promosse dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. aventi ad oggetto la restituzione di incentivi versati dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. alla relativa Cedente fino alla Data di Cessione; e

(v)

qualsiasi responsabilità, diversa dalle responsabilità di cui ai precedenti paragrafi da (i) a (iv) sopra, (a) relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale pendente alla Data di Cessione nei confronti della relativa Cedente o (b) altrimenti imputabile alla relativa Cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

 

Con riferimento alla cessione di Crediti, la Cessionaria ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 142 del 6 dicembre 2022


Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge 130, in aggiunta a quanto sopra, vengono riportati, i seguenti dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione: codice NDG, numero identificativo del contratto da cui ha avuto origine il Credito ceduto e la relativa Cedente.


I dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati su questo sito internet sino alla data di estinzione degli stessi.


illimity Bank S.p.A., con sede legale in Via Soperga 9, Milano (MI), codice fiscale e iscrizione nel Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza n. 03192350365 (il “Master Servicer”) è stata incaricata dalla Cessionaria di svolgere, in relazione ai Crediti oggetto della cessione, il ruolo di soggetto incaricato della gestione, amministrazione, recupero e riscossione dei crediti oggetto e dei servizi di cassa e pagamento e responsabile della verifica della conformità delle operazioni alla legge e al prospetto informativo ai sensi dell’articolo 2, comma 3, lettera (c), comma 6 e comma 6-bis della Legge sulla Cartolarizzazione. illimity Bank S.p.A. ha delegato ad Neprix S.r.l., in qualità di Special Servicer (lo “Special Servicer”), lo svolgimento di talune delle attività relative alla gestione, amministrazione e recupero (giudiziale e stragiudiziale) dei crediti oggetto della cessione, anche, se del caso, attraverso l’escussione delle relative garanzie, come specificate nel relativo contratto di special servicing ai termini ed alle condizioni ivi indicati, fatta comunque eccezione per le attività espressamente riservate al Master Servicer dalla Legge sulla Cartolarizzazione e dalla normativa applicabile. I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa, sono tenuti a pagare alla Cessionaria ogni somma dovuta in relazione ai crediti e diritti ceduti in forza di quanto precede nelle forme nelle quali il pagamento di tali somme era a loro consentito per contratto o in forza di legge anteriormente alla suddetta cessione, salvo specifiche indicazioni in senso diverso che potranno essere comunicate a tempo debito ai debitori ceduti.


I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa per ogni ulteriore informazione potranno rivolgersi allo Special Servicer, nelle ore di ufficio di ogni giorno lavorativo.


Con riferimento alla cessione dei Rapporti e Beni, la LeaseCo ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 6 dicembre 2022.


Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, i Rapporti e Beni ceduti sono specificatamente individuati, come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine il Rapporto e Bene vantato dalla relativa Cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.


I dati indicativi dei Rapporti e Beni resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione degli stessi.


illimity Bank S.p.A. è stata incaricata da Dagobah LeaseCo S.r.l. di svolgere il ruolo di soggetto incaricato della gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione gestione. Neprix S.r.l., è stata incaricata da illimity Bank S.p.A., quale special servicer, di svolgere talune attività relative alla gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione.


I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte di Dagobah LeaseCo S.r.l. dell’avvenuta cessione o assegnazione, a seconda del caso, del proprio Rapporto e Bene, potranno inviare apposita richiesta scritta all’indirizzo e-mail: cessione2022_4@intesasanpaolo.com
 

Documentazione

ISP - Crediti Leasing

ISP - Beni e rapporti giuridici ceduti

ISP - Beni e rapporti giuridici scissi

Cessione crediti leasing a Spicy Green S.r.l. e cessione rapporti giuridici e beni leasing a Spicy Green LeaseCo S.r.l.

 

La società Spicy Green S.r.l. (la “Cessionaria” o la “SPV”), con sede legale in Via Vittorio Alfieri 1, Conegliano (TV), Italia, comunica di aver sottoscritto un contratto di cessione di crediti in data 22 novembre 2022 (il “Contratto di Cessione Crediti”) con Intesa Sanpaolo S.p.A. (“ISP” o una “Cedente”) e Intesa Sanpaolo Provis S.p.A. (“Provis” o una “Cedente” e, congiuntamente ad ISP, le “Cedenti”). In forza del Contratto di Cessione Crediti, con effetti giuridici al 28 novembre 2022 (la “Data di Cessione”) ed effetti economici decorrenti dal 31 dicembre 2021 (incluso) (la “Data di Valutazione”), ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli articoli 1, 4 e 7.1 della legge 30 aprile 1999, n. 130 (la “Legge sulla Cartolarizzazione”), ha acquistato pro-soluto dalle Cedenti, taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalla Data di Valutazione, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) vantati dalle Cedenti e derivanti da contratti di leasing e altresì da contratti di finanziamento (i “Crediti” e ciascuno un “Credito”).

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, si riportano di seguito le informazioni orientative sulla tipologia di rapporti da cui i Crediti ceduti derivano:

 

crediti derivanti da contratti di finanziamento e/o contratti di leasing vantati dalla relativa Cedente nei confronti di persone fisiche e persone giuridiche, classificati, alla Data di Valutazione, come “deteriorati” (come definito nella Circolare della Banca d’Italia n. 272 del 30 luglio 2008, come successivamente modificata e integrata), sorti nel periodo tra il 1° ottobre 1955 e il 31 dicembre 2021.

 

Nel contesto della cartolarizzazione realizzata dalla Cessionaria (la “Cartolarizzazione”), in forza degli impegni previsti da un contratto di cessione di rapporti giuridici e beni (il “Contratto di Cessione Rapporti”), concluso in data 22 novembre 2022, tra Spicy Green LeaseCo S.r.l. (“LeaseCo”), la Cessionaria e le Cedenti, gli stessi hanno stipulato, in data 28 ottobre 2022, un atto notarile di trasferimento avanti al Notaio Carlotta Dorina Stella Marchetti, avente sede in Milano, Italia con atto di deposito (repertorio n. 7991, raccolta n. 5646) ai sensi del quale LeaseCo ha acquistato, pro soluto, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 7.1, commi 4 e 5 della Legge sulla Cartolarizzazione e dell’articolo 58 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, con efficacia giuridica dalla Data di Cessione, da ciascuna Cedente, i rapporti giuridici derivanti da contratti di locazione finanziaria (leasing) scaduti e oggetto di risoluzione o di scioglimento ex articoli 72-quater o 169-bis della Legge Fallimentare ovvero degli articoli 177 o 97 del Nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (a seconda del caso) o altrimenti divenuti esigibili (i “Contratti di Leasing”), ovvero dalla risoluzione degli stessi unitamente alla titolarità dei beni oggetto di tali Contratti di Leasing ivi indicati, le garanzie specificamente ed esclusivamente connesse ed accessorie a questi che alla Data di Valutazione risultavano nella titolarità della relativa Cedente, nonché i diritti e le obbligazioni di ciascuna Cedente nei confronti della Cessionaria derivanti da un contratto di gestione stipulato in data 22 novembre 2022 tra le Cedenti e la Cessionaria avente ad oggetto la gestione e la valorizzazione dei beni leasing e dei rapporti giuridici (i “Rapporti e Beni”).

 

Nei Rapporti e Beni risultano incluse altresì tutte le obbligazioni, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità di ciascuna Cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione) (le “Passività Assunte”), derivanti da e/o discendenti dai Contratti di Leasing e dai Rapporti e Beni, inclusa:

(i)

qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing;

(ii)

ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del Codice Civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto di Leasing;

(iii)

qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del debitore dell'intero, o di una parte del prezzo di vendita di un bene leasing al momento di tale vendita a terzi che sia sorta ai sensi del relativo Contratto di Leasing ovvero di qualsiasi previsione di legge applicabile; e

(iv)

qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti di Leasing,

 

escluse le “Passività Escluse”, intendendosi, con riferimento esclusivo ai Contratti di Leasing e ai relativi beni leasing, qualsiasi passività di ciascuna Cedente relativa a fatti antecedenti alla Data di Cessione, relativa a:

 

(i)

qualsiasi responsabilità relativa a procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della relativa Cedente);

(ii)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate dai Debitori in relazione ad usura, capitalizzazione degli interessi, rideterminazione del tasso di interesse applicato per indeterminatezza ed erronea indicazione dello stesso, in ciascun caso che sia eccedente l’ammontare dovuto alla SPV in relazione a ciascun Credito Leasing trasferito alla SPV ai sensi del Contratto di Cessione Crediti, restando inteso che qualunque responsabilità che può essere oggetto di compensazione fino all’importo dovuto alla SPV in relazione al relativo Credito Leasing non costituisce una Passività Esclusa (e, per l’effetto, si intende espressamente rientrante nelle Passività Assunte);

(iii)

senza pregiudizio per quanto previsto dal precedente punto (ii), qualsiasi ulteriore responsabilità risarcitoria o restitutoria della relativa Cedente derivante da violazione dei Contratti di Leasing e qualsiasi passività relativa ad azioni revocatorie o restitutorie relative ad importi incassati dalla relativa Cedente in relazione ai Crediti fino alla Data di Valutazione, diversa da: (a) procedimenti di opposizione, incluse le domande riconvenzionali proposte in opposizione ai ricorsi ex art. 702-bis del codice di procedura civile; (b) impugnazione di sentenze emesse nell’ambito di azioni legali avviate dalla relativa Cedente; (c) azioni legali finalizzate all’opposizione a procedure di recupero giudiziale dei beni intraprese dalle Cedenti al fine di recuperare un Credito; (d) procedimenti volti a contestare la proprietà totale o parziale di un bene leasing oggetto di trasferimento; (e) azioni dirette ad accertare la nullità o inefficacia delle garanzie che assistono i Crediti; (f) opposizioni a ordini amministrativi che comunque incidano sulla proprietà dei beni leasing oggetto di trasferimento (inclusi ordini di espropriazione parziale o totale degli stessi o ordini di demolizione); (g) procedimenti volti ad accertare la divisione tra i comproprietari dei beni leasing; (h) procedimenti intrapresi dai Debitori al fine di ottenere dai proprietari il rimborso di quanto dovuto a fronte di migliorie effettuate sui beni leasing; (i) procedimenti volti a ottenere la restituzione o la rimozione di qualsiasi bene mobile situato in un bene leasing oggetto di trasferimento;

(iv)

qualsiasi responsabilità della relativa Cedente derivante da azioni promosse dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. aventi ad oggetto la restituzione di incentivi versati dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. alla relativa Cedente fino alla Data di Cessione; e

(v)

qualsiasi responsabilità, diversa dalle responsabilità di cui ai precedenti paragrafi da (i) a (iv) sopra, (a) relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale pendente alla Data di Cessione nei confronti della relativa Cedente o (b) altrimenti imputabile alla relativa Cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

 

Con riferimento alla cessione di Crediti, la Cessionaria ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 143 del 10 dicembre 2022.


Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge 130, in aggiunta a quanto sopra, vengono riportati, i seguenti dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione: codice NDG, numero identificativo del contratto da cui ha avuto origine il Credito ceduto e la relativa Cedente.


I dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati su questo sito internet sino alla data di estinzione degli stessi.


Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., con sede legale in Via V. Alfieri 1, Conegliano (TV), codice fiscale e iscrizione nel Registro delle Imprese di Treviso – Belluno n. 04040580963 (il “Master Servicer”) è stata incaricata dalla Cessionaria di svolgere, in relazione ai Crediti oggetto della cessione, il ruolo di soggetto incaricato della gestione, amministrazione, recupero e riscossione dei crediti oggetto e dei servizi di cassa e pagamento e responsabile della verifica della conformità delle operazioni alla legge e al prospetto informativo ai sensi dell’articolo 2, comma 3, lettera (c), comma 6 e comma 6-bis della Legge sulla Cartolarizzazione. Banca Finanziaria Internazionale S.p.A. ha delegato ad Neprix S.r.l., in qualità di Special Servicer (lo “Special Servicer”), lo svolgimento di talune delle attività relative alla gestione, amministrazione e recupero (giudiziale e stragiudiziale) dei crediti oggetto della cessione, anche, se del caso, attraverso l’escussione delle relative garanzie, come specificate nel relativo contratto di special servicing ai termini ed alle condizioni ivi indicati, fatta comunque eccezione per le attività espressamente riservate al Master Servicer dalla Legge sulla Cartolarizzazione e dalla normativa applicabile. I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa, sono tenuti a pagare alla Cessionaria ogni somma dovuta in relazione ai crediti e diritti ceduti in forza di quanto precede nelle forme nelle quali il pagamento di tali somme era a loro consentito per contratto o in forza di legge anteriormente alla suddetta cessione, salvo specifiche indicazioni in senso diverso che potranno essere comunicate a tempo debito ai debitori ceduti.


I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa per ogni ulteriore informazione potranno rivolgersi allo Special Servicer, nelle ore di ufficio di ogni giorno lavorativo.


Con riferimento alla cessione dei Rapporti e Beni, la LeaseCo ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 143 del 10 dicembre 2022.


Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, i Rapporti e Beni ceduti sono specificatamente individuati, come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine il Rapporto e Bene vantato dalla relativa Cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.


I dati indicativi dei Rapporti e Beni resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione degli stessi.


Banca Finanziaria Internazionale S.p.A. è stata incaricata da Spicy Green LeaseCo S.r.l. di svolgere il ruolo di soggetto incaricato della gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione gestione. Neprix S.r.l., è stata incaricata da Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., quale special servicer, di svolgere talune attività relative alla gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione.


I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte di Spicy Green LeaseCo S.r.l., dell’avvenuta cessione o assegnazione, a seconda del caso, del proprio Rapporto e Bene, potranno inviare apposita richiesta scritta all’indirizzo e-mail: cessione2022_4@intesasanpaolo.com
 

Documentazione

ISP - Crediti Leasing

Provis - Crediti Leasing

ISP - Beni e rapporti giuridici

Provis - Beni e rapporti giuridici

Kerma SPV S.r.l. - FUTURE RECEIVABLES

In forza di un contratto di cessione di crediti concluso in data 22 novembre 2019 e di un successivo atto integrativo di cessione concluso in data 16 Novembre 2022, Kerma SPV S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato pro-soluto da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati), come risultanti da apposita lista allegata.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 137 del 24 Novembre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice Super NDG del debitore, codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell'avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2019@intesasanpaolo.com.

Documentazione

Intesa Sanpaolo

Cessione crediti leasing ad Alicudi SPV S.r.l. e cessione rapporti giuridici e beni leasing ad Alicudi LeaseCo S.r.l.

La società Alicudi SPV S.r.l. (la “Cessionaria”), con sede legale in Via Vittorio Alfieri 1, Conegliano (TV), Italia, comunica di aver sottoscritto un contratto di cessione di crediti in data 21 ottobre 2022 (il “Contratto di Cessione Crediti”) con Intesa Sanpaolo S.p.A. (“ISP” o una “Cedente”) e Intesa Sanpaolo Provis S.p.A. (“Provis” o una “Cedente” e, congiuntamente ad ISP, le “Cedenti”). In forza del Contratto di Cessione Crediti, con effetti giuridici al 24 ottobre 2022 (la “Data di Cessione”) ed effetti economici decorrenti dal 31 dicembre 2021 (incluso) (la “Data di Valutazione”), ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli articoli 1, 4 e 7.1 della legge 30 aprile 1999, n. 130 (la “Legge sulla Cartolarizzazione”), ha acquistato pro-soluto dalle Cedenti, taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalla Data di Valutazione, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) vantati dalle Cedenti e derivanti da contratti di leasing e altresì da contratti di finanziamento (i “Crediti” e ciascuno un “Credito”).

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, si riportano di seguito le informazioni orientative sulla tipologia di rapporti da cui i Crediti ceduti derivano:

 

crediti derivanti da contratti di finanziamento e/o contratti di leasing vantati dalla relativa Cedente nei confronti di persone fisiche e persone giuridiche, classificati, alla Data di Valutazione, come “in sofferenza” (come definito nella Circolare della Banca d’Italia n. 272 del 30 luglio 2008, come successivamente modificata e integrata), sorti nel periodo tra il 1° ottobre 1955 e il 31 dicembre 2021.

 

Nel contesto della cartolarizzazione realizzata dalla Cessionaria (la “Cartolarizzazione”), in forza degli impegni previsti da un contratto di cessione di rapporti giuridici e beni (il “Contratto di Cessione Rapporti”), concluso in data 21 ottobre 2022, tra Alicudi LeaseCo S.r.l. (“LeaseCo”), la Cessionaria e le Cedenti, gli stessi hanno stipulato, in data 24 ottobre 2022, un atto notarile di trasferimento avanti al Notaio Carlotta Dorina Stella Marchetti, avente sede in Milano, Italia con atto di deposito (repertorio n. 7918 raccolta n. 5594) ai sensi del quale LeaseCo ha acquistato, pro soluto, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 7.1, commi 4 e 5 della Legge sulla Cartolarizzazione e dell’articolo 58 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, con efficacia giuridica dalla Data di Cessione, da ciascuna Cedente, i rapporti giuridici derivanti da contratti di locazione finanziaria (leasing) scaduti e oggetto di risoluzione o di scioglimento ex articoli 72-quater o 169-bis della Legge Fallimentare ovvero degli articoli 177 o 97 del Nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (a seconda del caso) o altrimenti divenuti esigibili (i “Contratti di Leasing”), ovvero dalla risoluzione degli stessi unitamente alla titolarità dei beni oggetto di tali Contratti di Leasing ivi indicati, le garanzie specificamente ed esclusivamente connesse ed accessorie a questi che alla Data di Valutazione risultavano nella titolarità della relativa Cedente, nonché i diritti e le obbligazioni di ciascuna Cedente nei confronti della Cessionaria derivanti da un contratto di gestione stipulato in data 21 ottobre 2022 tra le Cedenti e la Cessionaria avente ad oggetto la gestione e la valorizzazione dei beni leasing e dei rapporti giuridici (i “Rapporti e Beni”).

 

Nei Rapporti e Beni risultano incluse altresì tutte le obbligazioni, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità di ciascuna Cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione) (le “Passività Assunte”), derivanti da e/o discendenti dai Contratti di Leasing e dai Rapporti e Beni, inclusa:

(i)

qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing;

(ii)

ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del Codice Civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto di Leasing;

(iii)

qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del debitore dell'intero, o di una parte del prezzo di vendita di un bene leasing al momento di tale vendita a terzi che sia sorta ai sensi del relativo Contratto di Leasing ovvero di qualsiasi previsione di legge applicabile; e

(iv)

qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti di Leasing,

escluse le “Passività Escluse”, intendendosi, con riferimento esclusivo ai Contratti di Leasing e ai relativi beni leasing, qualsiasi passività di ciascuna Cedente relativa a fatti antecedenti alla Data di Cessione, relativa a:

(i)

qualsiasi responsabilità relativa a procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della relativa Cedente);

(ii)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate dai Debitori in relazione ad usura, capitalizzazione degli interessi, rideterminazione del tasso di interesse applicato per indeterminatezza ed erronea indicazione dello stesso, in ciascun caso che sia eccedente l’ammontare dovuto alla SPV in relazione a ciascun Credito Leasing trasferito alla SPV ai sensi del Contratto di Cessione Crediti, restando inteso che qualunque responsabilità che può essere oggetto di compensazione fino all’importo dovuto alla SPV in relazione al relativo Credito Leasing non costituisce una Passività Esclusa (e, per l’effetto, si intende espressamente rientrante nelle Passività Assunte);

(iii)

a pretese avanzate dai Debitori nell’ambito di cause passive relative alla tutela dei dati personali, trasparenza e correttezza nelle relazioni e nei servizi bancari e nelle relative comunicazioni o segnalazioni (tra cui quelle alla Centrale dei Rischi) nella misura in cui siano relativi a comportamenti posti in essere dalla relativa Cedente;

(iv)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate da terze parti (diverse dai Debitori e fermo restando quanto previsto al successivo punto (vi)) nei confronti della relativa Cedente (ivi incluse pretese di pagamento avanzate da precedenti titolari dei beni o da fornitori);

(v)

senza pregiudizio per quanto previsto dal precedente punto (ii), qualsiasi ulteriore responsabilità risarcitoria o restitutoria della relativa Cedente derivante da violazione dei Contratti di Leasing e qualsiasi passività relativa ad azioni revocatorie o restitutorie relative ad importi incassati dalla relativa Cedente in relazione ai Crediti fino alla Data di Valutazione, diversa da: (a) procedimenti di opposizione, incluse le domande riconvenzionali proposte in opposizione ai ricorsi ex art. 702-bis del codice di procedura civile; (b) impugnazione di sentenze emesse nell’ambito di azioni legali avviate dalla relativa Cedente; (c) azioni legali finalizzate all’opposizione a procedure di recupero giudiziale dei beni intraprese dalle Cedenti al fine di recuperare un Credito; (d) procedimenti volti a contestare la proprietà totale o parziale di un bene leasing oggetto di trasferimento; (e) azioni dirette ad accertare la nullità o inefficacia delle garanzie che assistono i Crediti; (f) opposizioni a ordini amministrativi che comunque incidano sulla proprietà dei beni leasing oggetto di trasferimento (inclusi ordini di espropriazione parziale o totale degli stessi o ordini di demolizione); (g) procedimenti volti ad accertare la divisione tra i comproprietari dei beni leasing; (h) procedimenti intrapresi dai Debitori al fine di ottenere dai proprietari il rimborso di quanto dovuto a fronte di migliorie effettuate sui beni leasing; (i) procedimenti volti a ottenere la restituzione o la rimozione di qualsiasi bene mobile situato in un bene leasing oggetto di trasferimento;

(vi)

qualsiasi responsabilità della relativa Cedente derivante da azioni promosse dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. aventi ad oggetto la restituzione di incentivi versati dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. alla relativa Cedente fino alla data in cui sarà sottoscritto l’atto d’obbligo tra ciascuna Cedente e la Cessionaria ovvero, se successiva, entro la data in cui tale atto d’obbligo sarà oggetto della presa d’atto da parte del Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. anche qualora le azioni siano promosse dopo tale data ma si riferiscano a incentivi versati precedentemente; e

(vii)

qualsiasi responsabilità, diversa dalle responsabilità di cui ai precedenti paragrafi da (i) a (vi) sopra, (a) relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale pendente alla Data di Cessione nei confronti della relativa Cedente o (b) altrimenti imputabile alla relativa Cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

Con riferimento alla cessione di Crediti, la Cessionaria ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 128 del 3 novembre 2022.

 

L’elenco dei Crediti ceduti è altresì depositato presso il Notaio Dario Restuccia, Repertorio n. 9699 e Raccolta n. 5553.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge 130, in aggiunta a quanto sopra, vengono riportati, i seguenti dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione: codice NDG, numero identificativo del contratto da cui ha avuto origine il Credito ceduto e la relativa Cedente.

 

I dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati su questo sito internet sino alla data di estinzione degli stessi.

 

Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., con sede legale in Via V. Alfieri 1, Conegliano (TV), codice fiscale e iscrizione nel Registro delle Imprese di Treviso – Belluno n. 04040580963 (il “Master Servicer”) è stata incaricata dalla Cessionaria di svolgere, in relazione ai Crediti oggetto della cessione, il ruolo di soggetto incaricato della gestione, amministrazione, recupero e riscossione dei crediti oggetto e dei servizi di cassa e pagamento e responsabile della verifica della conformità delle operazioni alla legge e al prospetto informativo ai sensi dell’articolo 2, comma 3, lettera (c), comma 6 e comma 6-bis della Legge sulla Cartolarizzazione. Banca Finanziaria Internazionale S.p.A. ha delegato ad Intrum Italy S.p.A., in qualità di Special Servicer (lo “Special Servicer”), lo svolgimento di talune delle attività relative alla gestione, amministrazione e recupero (giudiziale e stragiudiziale) dei crediti oggetto della cessione, anche, se del caso, attraverso l’escussione delle relative garanzie, come specificate nel relativo contratto di special servicing ai termini ed alle condizioni ivi indicati, fatta comunque eccezione per le attività espressamente riservate al Master Servicer dalla Legge sulla Cartolarizzazione e dalla normativa applicabile. I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa, sono tenuti a pagare alla Cessionaria ogni somma dovuta in relazione ai crediti e diritti ceduti in forza di quanto precede nelle forme nelle quali il pagamento di tali somme era a loro consentito per contratto o in forza di legge anteriormente alla suddetta cessione, salvo specifiche indicazioni in senso diverso che potranno essere comunicate a tempo debito ai debitori ceduti.

 

I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi causa per ogni ulteriore informazione potranno rivolgersi allo Special Servicer, nelle ore di ufficio di ogni giorno lavorativo.

 

Con riferimento alla cessione dei Rapporti e Beni, la LeaseCo ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II), n. 134 del 17 novembre 2022.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, i Rapporti e Beni ceduti sono specificatamente individuati, come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine il Rapporto e Bene vantato dalla relativa Cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.

 

I dati indicativi dei Rapporti e Beni resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione degli stessi.

 

Banca Finanziaria Internazionale S.p.A. è stata incaricata da Alicudi LeaseCo S.r.l. di svolgere il ruolo di soggetto incaricato della gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione gestione. Intrum Italy S.p.A., è stata incaricata da Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., quale special servicer, di svolgere talune attività relative alla gestione dei Rapporti e Beni ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte di Alicudi LeaseCo S.r.l., dell’avvenuta cessione o assegnazione, a seconda del caso, del proprio Rapporto e Bene, potranno inviare apposita richiesta scritta all’indirizzo e-mail: cessione2022_3@intesasanpaolo.com

Documentazione

ISP - Crediti Leasing

Provis - Crediti Leasing

ISP - Beni e rapporti giuridici

Provis - Beni e rapporti giuridici

Cessione crediti leasing a Kerdos SPV S.r.l.

In data 5 ottobre 2022, Intesa Sanpaolo S.p.A. in qualità di cedente da un lato, e Kerdos SPV S.r.l. in qualità di cessionario dall'altro, hanno sottoscritto un contratto di cessione, con efficacia giuridica dal 10 ottobre 2022, ai sensi degli articoli 1, 4 e 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e dell’articolo 58 del Testo Unico Bancario, avente ad oggetto taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalle ore 23:59 del 30 aprile 2021, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) qualificati come "inadempienze probabili" o “non performing” ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), vantati dalla cedente e derivanti da contratti di finanziamento e da contratti di leasing concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 31 agosto 2021, come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice NDG del debitore e il numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte Seconda) n. 121 del 15 ottobre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della banca cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2021_1@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Crediti Leasing

Cessione rapporti giuridici e beni leasing a Kerdos LeaseCo S.r.l.

In data 10 ottobre 2022, con atto a rogito del Notaio Angelo Busani, Repertorio n. 56125 Raccolta n. 26116, incaricato, Kerdos LeaseCo S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, ai sensi dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e dell’articolo 58 del Testo Unico Bancario, con efficacia economica dalle ore 23.59 del giorno 30 aprile 2021 (la “Data di Valutazione”), ed efficacia giuridica dal 10 ottobre 2022:

 

-

un complesso di Rapporti Giuridici, consistenti in contratti, beni (mobili, mobili registrati e immobili) e Passività (ad eccezione delle Passività Escluse) relativi a contratti di locazione finanziaria (i “Contratti”), alcuni dei quali oggetto di scioglimento o di risoluzione alla relativa data di trasferimento, e i cui utilizzatori, alla data di valutazione, sono stati classificati dalla cedente come “inadempienza probabile” o “in sofferenza” ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), come successivamente modificata e integrata;

-

i diritti e gli obblighi nascenti da un contratto di gestione stipulato tra la cedente e Kerdos LeaseCo S.r.l. in data 10 ottobre 2022, in relazione ai suddetti rapporti giuridici,

come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun rapporto ceduto, il codice NDG del debitore e il numero rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

 

Ai suddetti fini si intende:

 

per “Rapporti Giuridici” : i Contratti, i diritti e le obbligazioni di ISP nascenti per contratto o per legge dai Contratti, e da eventuali accordi modificativi e integrativi degli stessi o dalla risoluzione degli stessi, diversi dalle Passività, le Passività, il diritto di proprietà dei relativi beni leasing e il diritto alla riconsegna degli stessi (se esistenti e qualora non già ottenuta), il diritto all'equo compenso di cui all'articolo 1526, comma 1, del codice civile (se applicabile), il diritto a ricevere qualsiasi indennizzo contrattuale o risarcimento danno o penale dovuto a qualsiasi inadempimento dei relativi debitori o alla risoluzione del relativo Contratto, i diritti e gli obblighi derivanti dalle polizze assicurative relative ai beni leasing, i diritti e gli obblighi derivanti dalle convenzioni urbanistiche relative ai beni leasing, il tutto ad eccezione delle Passività Escluse.

 

per “Passività”: indica tutte le obbligazioni, i rischi, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità della cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione), derivanti da e/o discendenti dai Contratti, o dalla risoluzione degli stessi, inclusa (i) qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing (ii) ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del codice civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto; (iii) qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del relativo debitore che sia sorta alla Data di Valutazione o successivamente alla Data di Valutazione come conseguenza della vendita dei beni leasing e del pagamento, da parte del debitore, di tutte le rate dovute ai sensi del relativo Contratto e dell’importo dovuto a titolo di prezzo di riscatto, ai sensi delle previsioni di cui alla legge 124/2017, di una parte del relativo prezzo di acquisto, e (iv) qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti, ad eccezione delle Passività Escluse.

 

per “Passività Escluse”:

(a)

qualsiasi responsabilità relativa a (i) procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della cedente) e (ii) obbligazioni di natura fiscale relative ai Rapporti Giuridici (ivi inclusi i relativi beni);

(b)

qualsiasi responsabilità relativa ad usura o anatocismo eccedente l’ammontare del relativo credito leasing, restando inteso che qualunque responsabilità fino all’importo del relativo credito leasing non costituisce una Passività Esclusa;

(c)

qualsiasi altra responsabilità diversa da quelle di cui alle precedenti lettere (a) e (b) e relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale della cedente o altrimenti imputabile alla cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 121 del 15 ottobre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei rapporti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

 

I dati indicativi dei rapporti giuridici oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione dei rapporti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della banca cedente, dell'avvenuta cessione dei propri rapporti, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2021_1@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Rapporti giuridici e beni leasing

Cessione crediti banking a Kerdos SPV S.r.l.

In data 6 ottobre 2022, Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente da un lato, e Kerdos SPV S.r.l. in qualità di cessionario dall'altro, hanno sottoscritto un contratto di cessione di crediti, con efficacia giuridica alle 00.01 del 10 ottobre 2022, ai sensi degli articoli 1, 4 e 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, avente ad oggetto tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) del cedente derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati) concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 31 luglio 2022, qualificati come attività finanziarie deteriorate ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice NDG del debitore e il numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n.118 del 8 Ottobre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2022_2@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Crediti banking

Cessione crediti leasing a Kerdos SPV S.r.l.

In data 6 ottobre 2022, Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente da un lato, e Kerdos SPV S.r.l. in qualità di cessionario dall'altro, hanno sottoscritto un contratto di cessione, con efficacia giuridica alle 00.01 del 10 ottobre 2022, ai sensi degli articoli 1, 4 e 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e dell’articolo 58 del Testo Unico Bancario, avente ad oggetto taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalle ore 23:59 del 31 dicembre 2021, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) qualificati come "inadempienze probabili" o “non performing” ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), vantati dalla cedente e derivanti da contratti di finanziamento e da contratti di leasing concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 31 luglio 2022, come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice NDG del debitore e il numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n.118 del 8 Ottobre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2022_2@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Crediti leasing

Cessione rapporti giuridici e beni leasing a Kerdos LeaseCo S.r.l.

In data 10 ottobre 2022, con atto a rogito del Notaio Angelo Busani di Milano, Repertorio n. 56126 Raccolta n. 26117, incaricato, Kerdos LeaseCo S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, ai sensi dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e dell’articolo 58 del Testo Unico Bancario, con efficacia economica dalle ore 23.59 del giorno 31 dicembre 2021 (la “Data di Valutazione”), ed efficacia giuridica dal 10 ottobre 2022:

 

-

un complesso di Rapporti Giuridici, consistenti in contratti, beni (mobili, mobili registrati e immobili) e Passività (ad eccezione delle Passività Escluse) relativi a contratti di locazione finanziaria (i “Contratti”), alcuni dei quali oggetto di scioglimento o di risoluzione alla relativa data di trasferimento, e i cui utilizzatori, alla data di valutazione, sono stati classificati dalla cedente come “inadempienza probabile” o “in sofferenza” ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), come successivamente modificata e integrata;

-

i diritti e gli obblighi nascenti da un contratto di gestione stipulato tra la cedente e Kerdos LeaseCo S.r.l. in data 6 ottobre 2022, in relazione ai suddetti rapporti giuridici,

come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun rapporto ceduto, il codice NDG del debitore e il numero rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

 

Ai suddetti fini si intende:

 

per “Rapporti Giuridici” : i Contratti, i diritti e le obbligazioni di ISP nascenti per contratto o per legge dai Contratti, e da eventuali accordi modificativi e integrativi degli stessi o dalla risoluzione degli stessi, diversi dalle Passività, le Passività, il diritto di proprietà dei relativi beni leasing e il diritto alla riconsegna degli stessi (se esistenti e qualora non già ottenuta), il diritto all'equo compenso di cui all'articolo 1526, comma 1, del codice civile (se applicabile), il diritto a ricevere qualsiasi indennizzo contrattuale o risarcimento danno o penale dovuto a qualsiasi inadempimento dei relativi debitori o alla risoluzione del relativo Contratto, i diritti e gli obblighi derivanti dalle polizze assicurative relative ai beni leasing, i diritti e gli obblighi derivanti dalle convenzioni urbanistiche relative ai beni leasing, il tutto ad eccezione delle Passività Escluse.

 

per “Passività”: indica tutte le obbligazioni, i rischi, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità della cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione), derivanti da e/o discendenti dai Contratti, o dalla risoluzione degli stessi, inclusa (i) qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing (ii) ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del codice civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto; (iii) qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del relativo debitore che sia sorta alla Data di Valutazione o successivamente alla Data di Valutazione come conseguenza della vendita dei beni leasing e del pagamento, da parte del debitore, di tutte le rate dovute ai sensi del relativo Contratto e dell’importo dovuto a titolo di prezzo di riscatto, ai sensi delle previsioni di cui alla legge 124/2017, di una parte del relativo prezzo di acquisto, e (iv) qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti, ad eccezione delle Passività Escluse.

 

per “Passività Escluse”:

(a)

qualsiasi responsabilità relativa a (i) procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della cedente) e (ii) obbligazioni di natura fiscale relative ai Rapporti Giuridici (ivi inclusi i relativi beni);

(b)

qualsiasi responsabilità relativa ad usura o anatocismo eccedente l’ammontare del relativo credito leasing, restando inteso che qualunque responsabilità fino all’importo del relativo credito leasing non costituisce una Passività Esclusa;

(c)

qualsiasi altra responsabilità diversa da quelle di cui alle precedenti lettere (a) e (b) e relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale della cedente o altrimenti imputabile alla cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n.118 del 8 Ottobre 2022, come successivamente modificato e integrato, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei rapporti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

 

I dati indicativi dei rapporti giuridici oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione dei rapporti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell'avvenuta cessione dei propri rapporti, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2022_2@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Beni e Rapporti giuridici

Finanziamento ad esigibilità limitata concesso da Kerdos SPV S.r.l. a Intesa Sanpaolo S.p.A.

Kerdos SPV S.r.l. ha concesso ad Intesa Sanpaolo S.p.A. una tranche aggiuntiva di un finanziamento ad esigibilità limitata (limited recourse), ai sensi di un contratto di finanziamento ex articolo. 7, comma 1, lett. a) della Legge 130, concluso in data 9 novembre 2021 e modificato in data 6 ottobre 2022 (le cui modifiche hanno efficacia giuridica il 10 ottobre 2022).

 

Tale finanziamento è riferibile a crediti derivanti da contratti di conto corrente bancario e/o contratti di apertura di credito bancario regolata in conto corrente e/o di anticipo effetti su conto corrente, per i quali, alla data di valutazione, sia ancora in essere, perché non revocata e/o scaduta, la facoltà del soggetto finanziato di utilizzare in più volte il credito concesso e con successivi versamenti ripristinare la propria disponibilità al fine di eventuali utilizzi futuri (c.d. meccanismo di utilizzo revolving), siano essi riconducibili a una o più delle diverse “forme tecniche” nelle quali Intesa Sanpaolo S.p.A. cataloga siffatte operazioni creditizie, concesse ovvero acquisite da Intesa Sanpaolo S.p.A. nel corso della propria attività di impresa e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 31 luglio 2022 qualificati come attività finanziarie deteriorate ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti) come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine uno o più dei crediti vantati dalla cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n.118 del 8 Ottobre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta operazione di cessione in garanzia.

Documentazione

ISP - Garanzia del Finanziamento

Cessione crediti leasing a Portland SPV S.r.l. e cessione rapporti giuridici e beni leasing a Portland LeaseCo S.r.l. – Secondo Batch

La società Portland SPV S.r.l. (la “Cessionaria”), con sede legale in Via Vittorio Alfieri 1, Conegliano (TV), Italia, comunica di aver sottoscritto un contratto di cessione di crediti in data 23 settembre 2022 (il “Contratto di Cessione Crediti”) con Intesa Sanpaolo S.p.A. (già UBI Leasing S.p.A., “ISP” o la “Cedente”). In forza del Contratto di Cessione Crediti, con effetti giuridici al 24 settembre 2022, ore 00.01 (la “Data di Trasferimento”) ed effetti economici decorrenti dal 31 dicembre 2020 (incluso) (la “Data di Valutazione”), ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli articoli 1, 4 e 7.1 della legge 30 aprile 1999, n. 130 (la “Legge sulla Cartolarizzazione”), ha acquistato pro-soluto dalla Cedente, taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) vantati dalla Cedente e derivanti da contratti di leasing (i “Crediti” e ciascuno un “Credito”).

Ai sensi dell’art. 7.1, comma 6, della Legge sulla Cartolarizzazione, si riportano di seguito le informazioni orientative sulla tipologia di rapporti da cui i Crediti ceduti derivano:

Crediti derivanti da contratti di locazione finanziaria, concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 30 dicembre 2020, qualificati come "deteriorati" in conformità alla Circolare di Banca d'Italia n. 272 del 30 luglio 2008, come successivamente modificata e integrata, e come altresì risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine uno o più dei crediti vantati dalla Cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.

Nel contesto della cartolarizzazione realizzata dalla Cessionaria (la “Cartolarizzazione”), in forza degli impegni previsti da un contratto di cessione di rapporti giuridici e beni (il “Contratto di Cessione Rapporti”), concluso in data 22 novembre 2021, tra, inter alia, Portland LeaseCo S.r.l. (“LeaseCo”), la Cessionaria e la Cedente, gli stessi hanno stipulato, in data 23 settembre 2022 (la “Data di Cessione”), un atto notarile di trasferimento avanti al Notaio Carlotta Dorina Stella Marchetti, avente sede in Milano, nella casa in via Agnello, Italia con atto di deposito (repertorio n. 5540 raccolta n. 7848) ai sensi del quale LeaseCo ha acquistato, pro soluto, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 7.1, commi 4 e 5 della Legge sulla Cartolarizzazione e dell’articolo 58 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, con efficacia giuridica dalla Data di Trasferimento, dalla Cedente, i rapporti giuridici derivanti da contratti di locazione finanziaria (leasing) scaduti e oggetto di risoluzione o di scioglimento ex articoli 72-quater o 169-bis della legge fallimentare (regio decreto 16 marzo 1942, n. 267) o altrimenti divenuti esigibili (i “Contratti di Leasing”), ovvero dalla risoluzione degli stessi unitamente alla titolarità dei beni oggetto di tali Contratti di Leasing ivi indicati, le garanzie specificamente ed esclusivamente connesse ed accessorie a questi che alla data del 31 dicembre 2020 risultavano nella titolarità della Cedente, nonché i diritti e le obbligazioni della Cedente nei confronti della Cessionaria derivanti da un contratto di gestione stipulato in data 23 settembre 2022 tra la Cedente e la Cessionaria avente ad oggetto la gestione e la valorizzazione dei beni leasing e dei rapporti giuridici (i “Rapporti e Beni Ceduti”).

Inoltre, in adempimento delle previsioni di cui al Contratto di Cessione Crediti, con riferimento al bene che si qualifica come “bene culturale” ai sensi degli artt. 10 e ss. del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (come successivamente modificato e integrato), rimane, risolutivamente condizionata con riferimento al Credito e sospensivamente condizionata con riferimento al relativo Rapporto e Bene Ceduto, alla circostanza che il Ministero per i Beni e per le Attività Culturali e per il Turismo e gli altri soggetti legittimati a esercitare il diritto di prelazione ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, non esercitino il diritto di prelazione previsto in proprio favore ai sensi dell’articolo 60 del D.lgs. 42/2004 entro il termine previsto dall’articolo 61 del medesimo decreto. Il Cessionario darà comunicazione mediante avviso integrativo nella Gazzetta della Repubblica Italiana allo scadere del termine previsto dall’articolo 61 del medesimo decreto.

Nei Rapporti e Beni risultano incluse altresì tutte le obbligazioni, i rischi, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità della Cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione), derivanti da e/o discendenti dai Contratti di Leasing, o dalla risoluzione degli stessi, inclusa, inter alia:

 

(i)

qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei Beni Leasing o derivante dall’onere di recupero dei Beni Leasing;

(ii)

ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai Debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del codice civile, le rate già pagate dai Debitori ai sensi del relativo Contratto di Leasing;

(iii)

qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del Debitore dell'intero, o di una parte del prezzo di vendita di un Bene Leasing al momento di tale vendita a terzi che sia sorta ai sensi del relativo Contratto di Leasing ovvero di qualsiasi previsione di legge applicabile; e

(iv)

qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti di Leasing,

(le “Passività Assunte”), escluse le “Passività Escluse”, intendendosi per tali qualsiasi passività nei confronti della Cedente relativa a fatti antecedenti alla Data di Cessione, relativa a:

(i)

qualsiasi responsabilità relativa a procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della Cedente);

(ii)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate dai debitori in relazione ad usura, capitalizzazione degli interessi, rideterminazione del tasso di interesse applicato per indeterminatezza ed erronea indicazione dello stesso, in ciascun caso che sia eccedente l’ammontare dovuto alla SPV in relazione a ciascun Credito trasferito alla SPV ai sensi del Contratto di Cessione Crediti, restando inteso che qualunque responsabilità che può essere oggetto di compensazione fino all’importo dovuto alla SPV in relazione al relativo Credito non costituisce una Passività Esclusa (e, per l’effetto, si intende espressamente rientrante nelle Passività Assunte);

(iii)

a pretese avanzate dai debitori nell’ambito di cause passive relative alla tutela dei dati personali, trasparenza e correttezza nelle relazioni e nei servizi bancari e nelle relative comunicazioni o segnalazioni (tra cui quelle alla Centrale dei Rischi);

(iv)

qualsiasi responsabilità risarcitoria o restitutoria derivante da pretese accertate giudizialmente (anche in via non definitiva) avanzate da terze parti nei confronti della Cedente (ivi incluse pretese di pagamento avanzate da precedenti titolari dei beni o da fornitori);

(v)

(v) senza pregiudizio per quanto previsto dal precedente punto (ii), qualsiasi ulteriore responsabilità risarcitoria o restitutoria della Cedente derivante da violazione dei Contratti di Leasing e qualsiasi passività relativa ad azioni revocatorie o restitutorie relative ad importi incassati dalla Cedente in relazione ai Crediti fino alla Data di Valutazione, diversa da: (a) procedimenti di opposizione, incluse le domande riconvenzionali proposte in opposizione ai ricorsi ex art. 702-bis del codice di procedura civile; (b) impugnazione di sentenze emesse nell’ambito di azioni legali avviate dalla Cedente; (c) azioni legali finalizzate all’opposizione a procedure di recupero giudiziale dei beni intraprese dalla Cedente al fine di recuperare un Credito; (d) procedimenti volti a contestare la proprietà totale o parziale di un bene leasing oggetto di trasferimento; (e) azioni dirette ad accertare la nullità o inefficacia delle garanzie che assistono i Crediti; (f) opposizioni a ordini amministrativi che comunque incidano sulla proprietà dei beni leasing oggetto di trasferimento (inclusi ordini di espropriazione parziale o totale degli stessi o ordini di demolizione); (g) procedimenti volti ad accertare la divisione tra i comproprietari dei beni leasing; (h) procedimenti intrapresi dai debitori al fine di ottenere dai proprietari il rimborso di quanto dovuto a fronte di migliorie effettuate sui beni leasing; (i) procedimenti volti a ottenere la restituzione o la rimozione di qualsiasi bene mobile situato in un bene leasing oggetto di trasferimento;

(vi)

qualsiasi responsabilità, diversa dalle responsabilità di cui ai precedenti paragrafi da (i) a (v) sopra, (a) relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale pendente nei confronti della Cedente o (b) altrimenti imputabile alla Cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

 

Con riferimento alla cessione di Crediti, la Cessionaria ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 115 del 1 Ottobre 2022.

L’elenco dei Crediti ceduti è altresì depositato presso il notaio Carlotta Dorina Stella Marchetti, Repertorio n. 7865 e Raccolta n. 5554.

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1, comma 6, della Legge 130, in aggiunta a quanto sopra, vengono riportati, i seguenti dati indicativi dei Crediti oggetto di cessione: codice NDG, numero identificativo del Contratto da cui ha avuto origine il Credito ceduto e la Cedente.

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati su questo sito internet sino alla data di estinzione degli stessi.

Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., è stata incaricata dalla Cessionaria di svolgere, in relazione ai Crediti oggetto della cessione, il ruolo di soggetto incaricato della gestione, amministrazione, recupero e riscossione dei crediti oggetto e dei servizi di cassa e pagamento e responsabile della verifica della conformità delle operazioni alla legge e al prospetto informativo ai sensi dell’articolo 2, comma 3, lettera (c), comma 6 e comma 6-bis della Legge sulla Cartolarizzazione. Intrum Italy S.p.A., è stata incaricata da Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., in qualità di special servicer, di svolgere talune delle attività relative alla gestione, amministrazione e recupero (giudiziale e stragiudiziale) dei crediti oggetto della cessione, anche, se del caso, attraverso l’escussione delle relative garanzie.

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte di Portland SPV S.r.l., dell'avvenuta cessione dei propri rapporti, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2021_2@intesasanpaolo.com.

Con riferimento alla cessione dei Rapporti e Beni, LeaseCo ha dato notizia della cessione mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n.117 del 6 Ottobre 2022.

L’elenco dei Rapporti e Beni Ceduti è altresì depositato presso il notaio Carlotta Dorina Stella Marchetti, Repertorio n. 5540 e Raccolta n. 7848.

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1, comma 6, della Legge 130, in aggiunta a quanto sopra, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei Rapporti e Beni Ceduti: la Cedente, codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

Vengono, inoltre, di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei Rapporti e Beni Oggetto di Scissione da parte di Provis: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene oggetto di scissione.

I dati indicativi dei Rapporti e Beni resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione degli stessi.

Banca Finanziaria Internazionale S.p.A. è stata incaricata da Portland LeaseCo S.r.l. di svolgere il ruolo di soggetto incaricato della gestione dei Rapporti e Beni Ceduti ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione gestione. Intrum Italy S.p.A., è stata incaricata da Banca Finanziaria Internazionale S.p.A., quale special servicer, di svolgere talune attività relative alla gestione dei Rapporti e Beni Ceduti ai sensi dell’articolo 7.1, comma 5 della Legge sulla Cartolarizzazione.

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte di Portland LeaseCo S.r.l., dell’avvenuta cessione o assegnazione, a seconda del caso, del proprio Rapporto e Bene, potranno inviare apposita richiesta scritta all’indirizzo e-mail: cessione2021_2@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Crediti leasing

ISP - Beni e Rapporti giuridici

Kerdos SPV S.r.l - FUTURE RECEIVABLES

In forza di un contratto di cessione di crediti concluso in data 9 novembre 2021 e di un successivo atto integrativo di cessione concluso in data 5 Agosto 2022, Kerdos SPV S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato pro-soluto da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati), come risultanti da apposita lista allegata.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 110 del 20 Settembre 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice Super NDG del debitore, codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell'avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2021_1@intesasanpaolo.com

Documentazione

Intesa Sanpaolo

Cessione ulteriori crediti banking a Kerdos SPV S.r.l.

In forza di un contratto di cessione di crediti concluso in data 9 novembre 2021 e con efficacia giuridica dal 10 maggio 2022, tra Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente e Kerdos SPV S.r.l., in qualità di cessionario, quest’ultimo ha acquistato pro-soluto dal Cedente tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) del Cedente derivanti da (i) contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati) concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 31 agosto 2021, qualificati come attività finanziarie deteriorate ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti)(ii) escussione delle garanzie personali aventi ad oggetto i contratti di finanziamento e (iii) cambiali (i “Crediti”), come risultanti da apposita lista inclusa di seguito in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 56 del 14 maggio 2022, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore, filiale e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2021_1@intesasanpaolo.com

Documentazione

Intesa Sanpaolo

Cessione crediti a Organa SPV S.r.l.

In forza di un contratto di cessione di crediti concluso in data 19 aprile 2022, ORGANA SPV S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato pro-soluto da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) di Intesa Sanpaolo S.p.A. derivanti da contratti di finanziamento, ipotecari o chirografari, saldi debitori di conti corrente, insoluti di portafoglio e conto anticipi, sorti nel periodo compreso tra il 1 gennaio 1950 e il 1° gennaio 2022, come risultanti da apposita lista allegata.

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 45 del 19 aprile 2022 Parte II il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore, codice Filiale del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all’indirizzo e-mail: cessione2022_1@intesasanpaolo.com

Documentazione

Intesa Sanpaolo