Vai al contenuto principale

Operazioni di cessione

Kerdos SPV S.r.l. - FUTURE RECEIVABLES

 

In forza di un contratto di cessione di crediti concluso in data 9 novembre 2021 e di un successivo atto integrativo di cessione concluso in data 12 Maggio 2023, Kerdos SPV S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato pro-soluto da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati), come risultanti da apposita lista allegata.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 64 dell'1 giugno 2023, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice Super NDG del debitore, codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell'avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2021_1@intesasanpaolo.com

Documentazione

ISP - Crediti

Kerma SPV S.r.l. - FUTURE RECEIVABLES

 

In forza di un contratto di cessione di crediti concluso in data 22 novembre 2019 e di un successivo atto integrativo di cessione concluso in data 12 Maggio 2023, Kerma SPV S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato pro-soluto da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, tutti i crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati), come risultanti da apposita lista allegata.

 

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 64 dell'1 giugno 2023, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

 

Ai sensi e per gli effetti dell’Articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice Super NDG del debitore, codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

 

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere conferma, da parte della relativa banca cedente, dell'avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2019@intesasanpaolo.com

Documentazione

ISP - Crediti

Cessione crediti a Esino Securitisation S.r.l.

 

In data 15 marzo 2023, Intesa Sanpaolo S.p.A. in qualità di cedente da un lato, e Esino Securitisation S.r.l. in qualità di cessionario dall'altro, hanno sottoscritto un contratto di cessione, con efficacia giuridica dal 20 marzo 2023, ai sensi degli articoli 1, 4 e 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e avente ad oggetto la cessione pro-soluto da parte di Intesa Sanpaolo S.p.A. di taluni dei crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati) concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 20 marzo 2023, qualificati come attività finanziarie deteriorate ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine uno o più dei crediti vantati dal cedente nei confronti del relativo debitore ceduto.

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 35 del 23 marzo 2023, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.

I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2023_2@intesasanpaolo.com

Documentazione

ISP - Crediti

Cessione crediti a Finn SPV S.r.l.

 

In data 10 marzo 2023, Intesa Sanpaolo S.p.A. in qualità di cedente da un lato, e Finn SPV S.r.l. in qualità di cessionario dall'altro, hanno sottoscritto un contratto di cessione, con efficacia giuridica dal 13 marzo 2023, ai sensi degli articoli 1, 4 e 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e avente ad oggetto la cessione pro-soluto da parte di Intesa Sanpaolo S.p.A. di taluni dei crediti (per capitale, interessi, anche di mora, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) derivanti da contratti di finanziamento (ivi inclusi contratti inerenti a finanziamenti a lungo termine, finanziamenti a breve termine, esposizioni rotative revocate, garanzie personali escusse e altri finanziamenti garantiti e non garantiti, eventuali accordi di ristrutturazione e accordi di sospensione, ma esclusi, a scanso di equivoci, leasing e finanziamenti rotativi ancora non revocati) concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1° ottobre 1955 e il 13 marzo 2023, qualificati come attività finanziarie deteriorate ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), come risultanti da apposita lista in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice identificativo del rapporto da cui ha avuto origine uno o più dei crediti vantati dal cedente nei confronti del relativo debitore ceduto. Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 32 del 16 marzo 2023, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.
Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.
I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.
I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2023_1@intesasanpaolo.com

Documentazione

ISP - Crediti

Cessione crediti leasing a Kerdos SPV S.r.l.

 

In data 16 febbraio 2023, Intesa Sanpaolo S.p.A. in qualità di cedente da un lato, e Kerdos SPV S.r.l. in qualità di cessionario dall'altro, hanno sottoscritto un contratto di cessione, con efficacia giuridica dal 21 febbraio 2023, ai sensi degli articoli 1, 4 e 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e dell’articolo 58 del Testo Unico Bancario, avente ad oggetto taluni crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturati e maturandi a far tempo dalle ore 23:59 del 31 dicembre 2021, accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant’altro) qualificati come "inadempienze probabili" o “non performing” ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), vantati dalla cedente e derivanti da contratti di finanziamento e da contratti di leasing concessi a persone fisiche e persone giuridiche e sorti nel periodo compreso tra il 1 ottobre 1955 e il 31 luglio 2022, come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun debitore ceduto, il codice NDG del debitore e il numero rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.
Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte Seconda) n. 25 del 28 febbraio 2023, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.
Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei crediti oggetto di cessione: codici Super NDG ed NDG del debitore e numero rapporto da cui ha avuto origine il credito ceduto.
I dati indicativi dei crediti oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina sino alla data di estinzione dei crediti ceduti.
I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della banca cedente, dell’avvenuta cessione del proprio credito, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2022_2@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Crediti Leasing

Cessione rapporti giuridici e beni leasing a Kerdos LeaseCo S.r.l.

In data 21 febbraio 2023, con atto a rogito del Notaio Angelo Busani, Repertorio n. 57712 Raccolta n. 27004, incaricato, Kerdos LeaseCo S.r.l., in qualità di cessionario da un lato, ha acquistato da Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di cedente dall’altro, ai sensi dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130 e dell’articolo 58 del Testo Unico Bancario, con efficacia economica dalle ore 23.59 del giorno 31 dicembre 2021 (la “Data di Valutazione”), ed efficacia giuridica dal 21 febbraio 2023:

 

-

un complesso di Rapporti Giuridici, consistenti in contratti, beni (mobili, mobili registrati e immobili) e Passività (ad eccezione delle Passività Escluse) relativi a contratti di locazione finanziaria (i “Contratti”), alcuni dei quali oggetto di scioglimento o di risoluzione alla relativa data di trasferimento, e i cui utilizzatori, alla data di valutazione, sono stati classificati dalla cedente come “inadempienza probabile” o “in sofferenza” ai sensi della Circolare della Banca d'Italia n. 272/2008 (Matrice dei Conti), come successivamente modificata e integrata;

-

i diritti e gli obblighi nascenti da un contratto di gestione stipulato tra la cedente e Kerdos LeaseCo S.r.l. in data 21 febbraio 2023, in relazione ai suddetti rapporti giuridici,

come risultanti da apposita lista (inclusa in seguito) in cui è indicato, con riferimento a ciascun rapporto ceduto, il codice NDG del debitore e il numero rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

 

Ai suddetti fini si intende:

 

per “Rapporti Giuridici” : i Contratti, i diritti e le obbligazioni di ISP nascenti per contratto o per legge dai Contratti, e da eventuali accordi modificativi e integrativi degli stessi o dalla risoluzione degli stessi, diversi dalle Passività, le Passività, il diritto di proprietà dei relativi beni leasing e il diritto alla riconsegna degli stessi (se esistenti e qualora non già ottenuta), il diritto all'equo compenso di cui all'articolo 1526, comma 1, del codice civile (se applicabile), il diritto a ricevere qualsiasi indennizzo contrattuale o risarcimento danno o penale dovuto a qualsiasi inadempimento dei relativi debitori o alla risoluzione del relativo Contratto, i diritti e gli obblighi derivanti dalle polizze assicurative relative ai beni leasing, i diritti e gli obblighi derivanti dalle convenzioni urbanistiche relative ai beni leasing, il tutto ad eccezione delle Passività Escluse.

 

per “Passività”: indica tutte le obbligazioni, i rischi, i debiti, i diritti di indennizzo, le indennità, le restituzioni e le responsabilità della cedente (in ogni caso, sia che sorgano prima, alla o dopo la Data di Valutazione), derivanti da e/o discendenti dai Contratti, o dalla risoluzione degli stessi, inclusa (i) qualsiasi responsabilità in caso di mancata o ritardata vendita o cattiva gestione dei beni leasing o derivante dall’onere di recupero dei beni leasing (ii) ogni responsabilità derivante dall’obbligo di rimborsare ai debitori, ai sensi dell’articolo 1526 del codice civile, le rate già pagate dai debitori ai sensi del relativo Contratto; (iii) qualsiasi obbligazione di pagamento a favore del relativo debitore che sia sorta alla Data di Valutazione o successivamente alla Data di Valutazione come conseguenza della vendita dei beni leasing e del pagamento, da parte del debitore, di tutte le rate dovute ai sensi del relativo Contratto e dell’importo dovuto a titolo di prezzo di riscatto, ai sensi delle previsioni di cui alla legge 124/2017, di una parte del relativo prezzo di acquisto, e (iv) qualsiasi altra responsabilità contrattuale o ai sensi di legge accessoria o connessa ai Contratti, ad eccezione delle Passività Escluse.

 

per “Passività Escluse”:

(a)

qualsiasi responsabilità relativa a (i) procedimenti penali o indagini (incluse eventuali misure cautelari nei confronti della cedente) e (ii) obbligazioni di natura fiscale relative ai Rapporti Giuridici (ivi inclusi i relativi beni);

(b)

qualsiasi responsabilità relativa ad usura o anatocismo eccedente l’ammontare del relativo credito leasing, restando inteso che qualunque responsabilità fino all’importo del relativo credito leasing non costituisce una Passività Esclusa;

(c)

qualsiasi altra responsabilità diversa da quelle di cui alle precedenti lettere (a) e (b) e relativa a qualsiasi causa passiva di natura extracontrattuale della cedente o altrimenti imputabile alla cedente per frode, colpa, dolo o violazione di norme imperative.

Mediante avviso di cessione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Parte II) n. 25 del 28 febbraio 2023, il cessionario ha dato notizia della predetta cessione.

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7.1 della Legge 30 aprile 1999 n. 130, vengono di seguito riportati i seguenti dati indicativi dei rapporti oggetto di cessione: codice NDG del debitore e numero Rapporto da cui hanno avuto origine il contratto e relativo bene ceduto.

 

I dati indicativi dei rapporti giuridici oggetto di cessione resteranno pubblicati sulla presente pagina fino all'estinzione o alienazione dei rapporti.

 

I debitori ceduti interessati a ricevere i dati indicativi dei crediti ceduti e a ricevere conferma, da parte della banca cedente, dell'avvenuta cessione dei propri rapporti, potranno inviare apposita richiesta scritta all'indirizzo e-mail: cessione2022_2@intesasanpaolo.com.

Documentazione

ISP - Beni e Rapporti Giuridici